Che le cose- poesia inedita di Valentina Calista

Che le cose che aspetti siano tue, e sue:

per tutte le parti della gola rimaste afone

per tutte le cellule del corpo mancanti d’aria.

Che le cose che ami siano tue, e del creato:

per tutte le rollate dell’aria sui campi riarsi

per tutte le fiamme del sole scagliate sui muri.

 

Lascia la lingua gettare convulsioni di sillabe

nell’aria che divampa il suono allo spazio, al

tempo superbo che sa tutto, anche quando è Ora.

 

Lascia, lascia, lascia. Che le cose possedute siano

lasciate, abbandonate e ritrovate nelle piccolezze.

Che le cose mai avute siano possedute e lasciate

dal pensiero, dal sogno e dal desìo che non tace.

Che l’aria sial’unica vita nella vita.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...