Custodire la grazia – poesia inedita di Valentina Calista

Custodire la grazia. Un miracolo

che vorrebbe avvenire ad ogni alba

quando il cuscino ricorda la presenza

della tua vita intersecata alla mia.

Parliamo la notte, quasi non abbiamo

più un tempo d’essere ma siamo

sempre tutti i giorni essenza. Siamo.

Poiché un respiro non è così lieve:

intuisco la scia dell’anima passante,

il suo calpestare le foglie già morte

dalla pioggia martellante violate e

dal muschio affamato conquistate.

Mi pare di intuire persino la scia

dell’anima passata . Di quella futura

ho ricevuto un abbaglio, forse una

profezia lunga tutta la vita. Siamo.

Particelle scomposte, poi ricomposte

dopo una lotta di reazioni universali,

dopo un digiuno chiamato a correggerci,

dopo un disastro imploso nei corpi, e fuori

e dentro gli incavi spazi del nostro pensare.

Mi pare di intuire persino. Persino. Siamo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...