Nei nostri meridiani- poesia inedita di Valentina Calista

Nei nostri meridiani

non è prevista l‘eternità

se non per fede diretta

o bendata speranza.

Continuano a dire che non esiste

l’eterno, che una foto arrugginisce

come un chiodo piantato sul fianco,

che le foglie cadono a divenire concime

che le stelle cadono per tracciare vuoti

che la pioggia cade per diffamare i corpi.

Nel pronunciare le tragedie di queste bocche

avare di bene, avare di sole, avare di madri,

ho penetrato per sbaglio la tua bocca

che non era avara di madri, non era

avara di luce, avara di sole, avara, era

come gli squarci dell’alba riverberata

sulle particelle d’acqua cadute la notte

da Dio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...