Il bambino di guerra – poesia di Valentina Calista

bimbo guerra

 

(Dedicata ai bambini da sempre vittime delle armi della devastante malignità umana. A chi uccide  piccole anime per paura della loro futura grandezza).

Il Bambino di guerra

Non disturbate la mia morte

poiché il suo avvento

sarà più dolce di questo

antico orrore.

È stato l’uomo a definirlo

per non invocarlo col suo stesso nome,

nascosto dietro quella miseria

di parole raggruppate in storie.

Espiare una colpa che non ho potuto

capire, discutere o meglio, rifiutare.

Non ho ancora l’età esatta

per concepire il maligno e capirlo.

Mai l’avrò. Poiché il mio corpo

si è unito a questo vuoto, ora,

chiamato a sospendere respiri.

Ma in questa attuale pienezza,

riconosco le origini della mia casa ,

ora, lasciatemi spazio per giocare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...