Aran – di Valentina Calista

Ho visto Aran,

nello specchio dell’acqua

giungeva dalla terra ad ogni cielo.

 

La sua voce di vento colmava

le salite vuote del caos, pioggia

di naturale invadenza, docile

di vorace frequenza, mi toccava.

 

Sulla sdraio di pietra e muschio

c’erano i miei occhi soggiogati

a quell’ aurea di mistica antichità.

 

Cosa c’era prima di me

e del tuo mare inquieto,

di fuliggine innevato?

 

Salivo pietre di terra e canto,

aggrappate ai tuoi pendii le mani

saggiavano la storia di una vita:

sembrava la mia, di tutti, la nostra.

Tá muid beo, go deo, saol na saol[1]

(Noi siamo vivi, per sempre, vita di vite).


[1] Versi in gaelico di un’antica canzone irlandese delle Isole Aran.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...